NEWSLETTER RETE DASI FVG

Un cittadino albanese morto al CPR di Gradisca d’Isonzo

Un altro morto al CPR di Gradisca d’Isonzo, Gorizia.
Mentre sono 18 i cittadini tunisini trasferiti dall’hotspot di Pozzallo al CPR di Bari. Tra loro dei minori, poi trasferiti in accoglienza solo successivamente alla nostra segnalazione al Garante dei minori. Dopo Bari, alcuni sono stati trasferiti prima a Roma, al CPR di Ponte Galeria per due giorni, quindi a Gradisca d Isonzo. Da qui siamo stati contattati per le precarie condizioni di salute di un cittadino tunisino con problemi di asma.
Ieri due reclusi hanno protestato: uno si è dato fuoco. L’altro si è tagliato le vene. Ci dicono si tratti di due cittadini albanesi condotti poi in ospedale ieri sera, ma di cui non conosciamo le attuali condizioni.
Stamattina una nuova segnalazione: un altro morto di CPR. Pare che sia un ragazzo albanese di 28 anni e la causa sia dovuta a un eccesso di sedativi e tranquillanti, ma siamo in attesa di dettagli. Anche la stampa inizia a diffondere la notizia: “Esclusi al momento segni di colluttazione, ma le cause del decesso del giovane sono ancora tutte da chiarire“.
Una nuova morte annunciata dopo quella di gennaio di Vakhtang Enukidze.

I CPR continuano a rappresentare luoghi di abuso.
I CPR uccidono.
I CPR vanno chiusi.

- SOSTEGNAMO E PARTECIPIAMO -

Vedi anche

Sul certificato di nascita, non riconosciuto come diritto fondamentale...

Siamo un gruppo di cittadini e cittadine, alcune partecipanti alla Rete Diritti Accoglienza e Solidarietà Internazionale, e desideriamo porre alla vostra attenzione la necessità...

Udine, migranti “accolti nei bus”, la lettera delle associazioni:...

ActionAid, ASGI, Intersos e molte associazioni locali: “Inumano e degradante, i Prefetti utilizzino gli strumenti legali del Decreto Cura Italia per garantire un’ospitalità dignitosa...

MANIFESTAZIONE 26 SETTEMBRE ADESIONI

PER ADERIRE INVIA UNA MAIL A retedirittifvg@gmail.com Leggi l'appello Time For Africa Udine Arci Arcipelago Cordenons La Tela Udine Ospiti in Arrivo Udine El Tomat Buja (UD) GRIS FVG FVG Fondazione Istituto...

Articoli recenti

Sul certificato di nascita, non riconosciuto come diritto fondamentale dopo la legge 94/2009, art. 1 comma 22 lettera G, per tutti i nati in...

Siamo un gruppo di cittadini e cittadine, alcune partecipanti alla Rete Diritti Accoglienza e Solidarietà Internazionale, e desideriamo porre alla vostra attenzione la necessità...

Udine, migranti “accolti nei bus”, la lettera delle associazioni: “Inumano e degradante”

ActionAid, ASGI, Intersos e molte associazioni locali: “Inumano e degradante, i Prefetti utilizzino gli strumenti legali del Decreto Cura Italia per garantire un’ospitalità dignitosa...

MANIFESTAZIONE 26 SETTEMBRE ADESIONI

PER ADERIRE INVIA UNA MAIL A retedirittifvg@gmail.com Leggi l'appello Time For Africa Udine Arci Arcipelago Cordenons La Tela Udine Ospiti in Arrivo Udine El Tomat Buja (UD) GRIS FVG FVG Fondazione Istituto...