Prima pagare, poi Mediterranea!

Prima pagare, poi Mediterranea!

Perdonateci il gioco di parole ma un progetto visionario, eppure così ovvio, come quello di Mediterranea – salvare vite umane per salvare innanzitutto noi stessi, salvarci dalla disumanità e dalla barbarie – ha bisogno della solidarietà concreta di molte persone; di tutte le persone che non accettano di girarsi dall’altra parte ed essere indifferenti alla sorte di chi ha avuto l’unica colpa di nascere nella parte sbagliata del mondo.

Le più di 150 persone riunite il 12 novembre a Zugliano per ascoltare il progetto Mediterranea, raccontato dall’armatore della nave Ionio, l’operatore sociale Alessandro Metz e dal parlamentare Nicola Fratoianni, in collegamento dalla nave, hanno deciso di starci. Un pezzetto della nave è anche nostro: sono infatti stati raccolti 1732 euro.

Un verso delle poesie  di Fawad Raufi lette nel corso della serata, spiega bene il senso del gesto solidale di contro all’egoismo:

Tu vinci per ora
ed io vinco per il resto della vita.

Grazie al Coro La Tela e al Coro della Resistenza di Udine, al Centro Balducci che ha messo a disposizione la sala e agli ospiti del Centro che hanno preparato il banchetto.

Le opere grafiche degli artisti che stanno contribuendo con il loro lavoro al progetto Mediterranea sono in vendita al Centro Balducci di Zugliano. Qui puoi vedere tutti i poster

 

Condividi